milia

Forse vi sarà già capitato di notare sul viso dei piccoli pallini bianchi. La milia è appunto un grumo di cellule epiteliali che restano intrappolate sotto la pelle. In questo modo la pelle non respira e vanno a crearsi quelle tipiche, piccole cisti a pallini bianche. Principalmente si sviluppano attorno al naso e guance ma, possono crescere anche vicino alla bocca e alle palpebre, sempre in modo ravvicinato. La milia si sviluppo sulla pelle esposta a troppo al sole, o se si è abusato di creme che contengono steroidi o si sono praticati abrasioni estetiche con il laser.

Cos’è e come riconoscerla

Questi danni al tessuto cutaneo possono avere diverse origini e possono manifestarsi in base all’età e al tipo di pelle. Nei bambini appena nati è facile che si sviluppi quella neonatale. Dura poco settimane e può svilupparsi sul viso, sulla testa e sul dorso della schiena. In età giovanile, a causa degli sbalzi ormonali, può comparire su viso e schiena. La milia primaria, invece, colpisce sia giovani che adulti. La principale causa di queste cisti è la cheratina che resta imprigionata sotto la cute. Solitamente scompare in poche settimane ma, può durare anche alcuni mesi, manifestandosi sulle aree genitali. Quando i tipi di cisti sono decisamente più grandi si parla di milia in placche e si presenta più spesso tra le donne a causa di un disordine genetico. Invece, quando si prova del prurito si è in presenza della milia multipla eruttiva. Infine, anche piccole ferite possono formare le cisti. La milia traumatica si riconosce rispetto agli altri tipi perché le zone sono arrossate ai bordi e più bianche al centro.

Rimedi fai da te

Prima di tutto è importante sapere che, i tipi di milia infantili non devono essere curati in nessuno modo. Il tempo e i bagni restituiranno alla pelle l’aspetto liscio e sano. Per curare il viso e la pelle grassa che manifesta queste piccole cisti bianchi è importante, prima di tutto, una buona detersione. Ricordatevi che la pelle irritata non deve essere lavata con saponi troppo aggressivi o che contengano profumo. Una volta a settimana sarà necessario esfoliare le zone da trattare, in modo tale che vengano eliminate tutte le cellule morte. Per la pelle secca si dovrà applicare un trattamento a base di acido salicilico o al retinolo. Entrambi hanno proprietà esfolianti e dovranno essere applicate ogni due giorni dopo la detersione serale, evitando la zona vicino agli occhi. Per l’idratazione quotidiana utilizzate sempre un trattamento delicato a base di vitamina A.

Cure mediche

A volte, anche praticando quotidianamente una buona pulizia della pelle, la milia si presenta in forma grave. In questo caso sarà necessario rivolgersi a un esperto per un buon trattamento medico. Il metodo più utilizzato tra i dermatologi è l’ago cosmetico. Si tratta di un piccolo intervento chirurgico per estrarre la ciste. Dopo aver disinfettato la pelle viene inserito un ago o un mini bisturi sterile nello strato più esterno della pelle. Successivamente, con una leggera pressione si farà uscire la pallina bianca dal poro. Gli altri trattamenti medico-cosmetici possono essere il peeling chimico e il trattamento laser. Per le zone più sensibili da trattare come gli occhi, il dermatologo potrà optare per la crioterapia. Un trattamento che permette di congelare la parte che sarà poi incisa e rimossa. per il congelamento della parte che sarà poi incisa.

milia bambini