mal di testa

Il mal di testa è un problema che riguarda abitualmente ben il 20% degli italiani. Una percentuale importante che rivela quanto sia diffuso questo fastidiosissimo disturbo che può manifestarsi negli individui in maniera molto diversa.

Essendo così frequente e comune non è possibile risolverlo sempre con i farmaci. Alla lunga sarebbe dannoso e controproducente. Ecco perché è meglio sapere quali fattori, tra le quali le nostre abitudini alimentari ad esempio, possono evitare che il mal di testa insorga.

Insomma, abbiamo cercato di individuare le cause principali di questo male ma anche le possibili soluzioni naturali che possono venire in nostro aiuto in qualsiasi momento.

Ecco quindi una lista di consigli che potrebbero davvero migliorarvi la giornata! Vedrete che i possibili agenti produttori di mal di testa si nascondono dove meno ce lo aspettiamo ma anche le soluzioni!

Scopriamo come combattere il mal di testa senza ricorrere ai farmaci. L’articolo continua >

9) Acido cattivo

L’acido arachidonico è considerato una delle possibili cause del mal di testa. Questo acido omega 6, presente in grandi quantità in alimenti di origine animale come le carni rosse, i salumi, i formaggi grassi e il tuorlo d’uovo, genera la cosiddette prostaglandine, molecole che agiscono sostenendo l’infiammazione e, quindi, l’emicrania. Per questo motivo, sarebbe opportuno evitare o limitare al massimo gli alimenti sopra citati, per non dover ricorrere all’uso dei medicinali.

8) Aspartame

L’aspartame è uno dei dolcificanti più utilizzati dall’industria alimentare, sebbene i suoi effetti sull’organismo non siano affatto positivi. È considerato infatti particolarmente nocivo per il sistema nervoso e il suo consumo regolare contribuisce ad aumentare l’incidenza del mal di testa. Come evitarlo? Quando acquistiamo qualcosa al supermercato, dobbiamo sempre prestare attenzione alle etichette degli alimenti, controllando l’eventuale presenza dell’E951, la sigla sotto la quale si nasconde questo pericoloso ingrediente. Lo si può trovare in caramelle, gomme da masticare, bibite gassate, yogurt, ma anche in alcuni medicinali.

7) Farmaci

Il mal di testa può essere causato dall’uso massiccio di alcuni farmaci, tra cui la pillola anticoncezionale.

6) Vitamine del gruppo B

Il mal di testa si previene soprattutto con la B2, la B6 e l’acido folico, ma è comunque consigliabile assumere un supplemento che le contenga tutte in un buon dosaggio. Le vitamine del gruppo B sono necessarie al sistema nervoso e rinforzano gli effetti del magnesio.

5) Magnesio

È stato dimostrato da diverse ricerche quanto i bassi livelli di magnesio siano strettamente correlati all’insorgere del mal di testa. Presente in grandi quantità in alimenti come le verdure a foglia verde, i legumi e la frutta a guscio, il magnesio è in grado di rilassare nervi e muscoli, prevenendo anche la cefalea tensiva.

4) Omega 3

Per ovviare a una carenza di omega 3 nell’organismo, si può ricorrere a integratori specifici in grado di contrastare l’acido arachidonico e ridurre così la formazione di molecole infiammatorie. Gli omega 3 possono infatti diminuire la frequenza, la durata e l’intensità delle cefalee.

3) Quercitina

Questa sostanza può contrastare la liberazione di sostanze che favoriscono l’infiammazione, come ad esempio l’istamina. La quercitina è presente soprattutto nella cipolla rossa, nella mela, nell’uva nera, nel thè verde e nel mirtillo.

2) Zenzero

Secondo molti studi, le proprietà antinfiammatorie dello zenzero sono molto utili in caso di cefalea.

1) Oli essenziali

I massaggi a base di oli essenziali di lavanda e menta piperita sono particolarmente indicati in caso di cefalea tensiva, grazie ai loro effetti analgesici e antispastici.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Facebook con le tue amiche!