Iperico

Iperico è un termine poco familiare, ma dietro questa parola si nasconde una pianta officinale rinomata per i numerosi benefici e proprietà per la salute, la cosiddetta erba di San Giovanni.

Originario dell’arcipelago britannico, l’iperico è diffuso oggi in tutte le regioni d’Italia e si presenta come pianta perenne semisempreverde, glabra, con fusto eretto percorso da due strisce longitudinali in rilievo.

Perfettamente riconoscibile per le sue foglie opposte oblunghe e i fiori giallo oro con 5 petali delicati, l’iperico raggiunge la fioritura massima verso il 24 giugno, giorno dedicato proprio a San Giovanni.

Il nome di questa pianta deriva infatti dalla tradizione popolare, secondo la quale le erbe raccolte in questa notte sembrano avere un potere particolare, sono in grado di scacciare ogni malattia e tutte le loro caratteristiche e proprietà vengono esaltate alla massima potenza.

L’erba di San Giovanni può essere assunta in diverse modalità, ma prima di utilizzarla è necessario conoscere tutti i suoi effetti e le possibili controindicazioni per la salute. L’articolo continua >

3) Tante proprietà in una sola pianta

L’erba di San Giovanni è in grado di combattere gli stati depressivi e ansiosi, aumentando i livelli di serotonina e, in caso di disturbi del sonno, regolare la produzione di melatonina responsabile di un regolare ritmo sonno veglia. Da questa pianta si ricava un olio, molto utile in caso di lesioni e problemi alla pelle, grazie al suo potere antinfiammatorio, cicatrizzante e rigenerativo. Anticamente, l’iperico veniva comunemente utilizzato anche come disinfettante per le sue doti antibiotiche, antivirali, antimicotiche e antisettiche, o come antidolorifico in caso di dolori o ferite.

iperico

2) I benefici sull’organismo

L’azione naturalmente sedativa e antidepressiva nei confronti del sistema nervoso dell’iperico rappresenta un ottimo rimedio contro lo stress, di qualunque natura esso sia. L’erba di San Giovanni aiuta inoltre ad avere un atteggiamento mentale positivo, per questo viene spesso consigliata quando si decide di smettere di fumare. L’iperico può dare ottimi risultati anche in caso di gastrite o ulcera gastrica, grazie al suo potere antinfiammatorio. L’olio ricavato da questa pianta, noto per i suoi effetti lenitivi e cicatrizzanti, viene spesso utilizzato per curare ferite, ustioni lievi, funghi, cicatrici, smagliature, pelle secca o psoriasi, ma è altamente benefico anche per massaggiare il perineo dopo il parto. Come se non bastasse, l’olio di iperico svolge un’efficace azione anti-age, che si ottiene applicando il prodotto su viso e collo ogni sera prima di andare a dormire.

olio di iperico

1) Possibili controindicazioni

Nonostante i numerosi benefici, l’iperico è un rimedio naturale che presenta importanti controindicazioni. Prima di assumerlo, pertanto, è necessario consultare il medico, dal momento che la sua azione può contrastare o diminuire l’effetto di numerosi farmaci, in particolare gli antidepressivi, alcuni farmaci contro il cancro, gli anticoaugulanti e i medicinali che si assumono per problemi di cuore, trapianti o Aids. L’erba di San Giovanni entra in conflitto anche con la pillola anticoncezionale ed è sconsigliato l’utilizzo durante la gravidanza e il periodo di allattamento. Gli effetti fotosensibilizzanti dell’iperico possono creare irritazioni e problemi alla pelle, pertanto è da evitarne l’assunzione prima di esporsi al sole o di sottoporsi a lampade abbronzanti.

iperico

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Facebook con le tue amiche!