Corretta igiene orale
Advertisement

Fin dai tempi degli antichi egizi, l’igiene orale è parte integrante della routine quotidiana. Oggi come allora, infatti, è considerata il punto di partenza del benessere psicofisico personale.

Tuttavia, osservando le definizioni in giro per il web, sembra che ancora non si abbia ben chiaro cosa realmente sia l’igiene orale. In gergo tecnico, si definisce igiene orale uno speciale trattamento (ablazione) volto all’eliminazione del tartaro. Il più delle volte, all’eliminazione del tartaro si accompagna una minuziosa pulizia della cavità orale.

Advertisement

Se portata avanti con una certa costanza e una buona dose di precisione, l’igiene orale diventa un vero e proprio toccasana per l’organismo. Studi scientifici hanno dimostrato che una corretta igiene orale garantisce una regolare attività cardiaca, abbassa il rischio di diabete e obesità e rende improbabili una serie di patologie dentali: carie, gengiviti, parodontiti e distacchi della corona, di cui soffrono attualmente 23 milioni di italiani.

Per questo è importante sottoporsi a controlli periodici per valutare lo stato dell’igiene dentale, affidandosi a professionisti qualificati operanti in tutta Italia. Per esempio, chi vive nella Capitale, sia nel centro città che nelle zone periferiche, può ricercare un dentista a Roma San Giovanni che si occuperà di definire il piano d’azione più indicato.

Una volta capito cosa sia una corretta igiene orale, il piano fornito dal professionista deve essere portato avanti di giorno in giorno, inserito in una routine quotidiana. Con questo obiettivo, questa piccola guida servirà a fare ordine sui 3 migliori consigli per una corretta igiene orale.

1) Spazzolare i denti almeno 3 volte al giorno

Il requisito minimo per una corretta igiene orale è assumersi l’impegno di spazzolare i denti almeno 3 volte al giorno, appena concluso uno dei pasti principali (la colazione, il pranzo e la cena). Se poi si desidera uno smalto sano e scintillante dovremo faticare un po’ di più, portando le spazzolate quotidiane a 5 volte. In breve, si tratta di aggiungere una spazzolata dopo aver consumato la merenda e una leggera pulizia prima di dormire. Il “sacrificio” sarà ricompensato da un sorriso splendente, che metterà di buon umore noi e le persone che ci circondano. Un vero e proprio booster di autostima.

2) Utilizzare sempre lo spazzolino elettrico

L’innovazione tecnologica offre a tutti la possibilità di dotarsi di strumenti super performanti come lo spazzolino elettrico. Con il suo doppio movimento rotatorio e oscillatorio, lo spazzolino elettrico penetra in profondità e, grazie alla testina tondeggiante, ricopre l’intera superficie della corona. Per esser super efficaci, le testine dello spazzolino elettrico devono conservare una durezza media per tutta la durata della pulizia, soffermandosi per almeno 2 secondi su ciascun lato del dente: 2 secondi sulla parte anteriore, 2 secondi su quella posteriore e 2 secondi sulla superficie interna.

3) Trovare il dentifricio giusto

Prima di acquistare il dentifricio online o al supermercato, è bene chiedere un parere al dentista di fiducia che, meglio di chiunque altro, conosce le condizioni della nostra bocca. In genere, a chi soffre di gengiviti o di carie frequenti, i professionisti consigliano un dentifricio al fluoro non aggressivo. In effetti, con dosaggi moderati, il fluoro si rivela un minerale capace di rafforzare lo smalto e di riparare le piccole fratture della corona.