Negli ultimi anni il naturale sta prendendo sempre più piede. Un po’ per moda, un po’ per un maggiore riguardo alla salute, sono arrivati sulla nostra tavola, prodotti di cui prima non conoscevamo nemmeno l’esistenza. Una di questi è la curcuma.

Si distingue facilmente per il suo colore giallo aranciato intenso; anche se quando è in polvere si potrebbe scambiare per il curry, proprio per non confondersi, l’unico modo è annusarla.

L’odore è inconfondibile.

Viene utilizzata da migliaia di anni nella medicina ayurvedica, dato che è una delle spezie più ricche di benefici per il nostro organismo. Basti pensare che ha effetti antinfiammatori, antiossidanti, antitumorali, antibatterici, sebo regolatore e moltissimi altri ancora.

In India la curcuma è considerata addirittura un portafortuna e le spose ne portano al collo un piccolo pezzo nel giorno delle nozze. La parte che contiene tutti i benefici è appunto la radice, che viene colta in autunno. Noi possiamo acquistarla essiccata o macinata.

Vediamo insieme come realizzare delle pillole benefiche alla curcuma in 3 semplici passi >>

3) Gli ingredienti

Come avete visto la curcuma ha davvero tantissimi benefici. Riuscire a creare delle vere e proprie pillole, farà si che possiate avere sempre a disposizione una fonte di aiuto e sostentamento, da poter assumere quando ne sentite l’esigenza. Prepararle è molto facile e gli ingredienti che vi serviranno sono: 1/3 di tazza di curcuma, del pepe nero macinato, il contenuto di 10 capsule di quercetina (che potete acquistare in erboristeria), tre cucchiai di miele e della carta da forno.

miele e curcuma

 

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

2) Preparazione

Mescolate insieme tutti e quattro gli ingredienti, fino a che il composto non sarà denso ed omogeneo. Con l’aiuto di un cucchiaino formate delle palline e disponetele su di una teglia con della carta da forno. A questo punto mettete la teglia in freezer, così che le pillole si induriscano. Quando sarà passato il tempo tirate fuori e riponetele in un vasetto di vetro.

pastiglie di curcuma

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

1) Modalità di assunzione

La prima cosa da sapere è che il barattolo dovrà essere sempre ben chiuso ermeticamente. Le pillole potrete assumerle dalle 2 alle 3 volte al giorno, senza però eccedere. Come tutte le sostanze, anche se ha molti benefici non bisogna esagerare, altrimenti qualsiasi cosa può avere effetti collaterali. Una nota importante da sapere è che la quercetina è sconsigliata in persone che assumono anticoagulanti, quindi evitate di assumerla se questo è il vostro caso.
Ora con l’arrivo dei mesi invernali, queste pillole sono proprio il toccasana che ci vuole, per affrontare al meglio il freddo.

pillole di curcuma

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook con le tue amiche >>