Carne rossa: i consigli per consumarla senza pericoli per la nostra salute

Il consumo della carne rossa è al centro di un dibattito per i rischi e i benefici sulla nostra salute. Ecco i consigli degli esperti sulle tipologie di carne rossa più sane, sulle cotture preferibili e sui benefici e i pericoli del consumo di essa.

I tipi di carne rossa più consigliati

La carne rossa si caratterizza per l’elevata percentuale di mioglobina in essa presente. Tale proteina è quella che conferisce il colore tipicamente rosso di questo tipo di carne a cui appartengono i bovini, gli equini ma anche ovini e caprini.

Gli esperti consigliano il consumo di tagli magri, come la fesa e il girello a basso contenuto di grassi, mentre suggeriscono un consumo limitato degli insaccati e della carne in scatola. Il motivo sta nella presenza degli additivi, dei conservanti e del sale che non costituiscono un beneficio per la nostra salute.

La cottura giusta e il consumo adatto

Un’alimentazione sana prevede il consumo di carne rossa nella dieta alimentare ma nel rispetto di alcuni parametri. Gli esperti consigliano il consumo di 500 grammi di carne, sia rossa che bianca, durante la settimana. Per ogni pasto, però, la porzione prevista non deve superare i 100 grammi che si riducono nel caso decidiate di consumare della carne in scatola. In questo caso, infatti, le indicazioni sono di 50 grammi da consumare 1-2 volte nell’arco della settimana. Per la cottura, invece, bisogna optare per metodi che consentano la conservazione dei nutrienti della carne. Dunque, sì alle cotture rapide e a temperatura elevata, come la cottura in griglia, ma anche quelle più lunghe e a bassa temperatura che rendono la carne più morbida al palato. Meno consigliati i condimenti che, se in eccesso, non rappresentano un elemento salutare per una dieta equilibrata.

I benefici e i rischi della carne rossa

Il consumo di carne rossa, come per tutti i cibi, presenta vantaggi e svantaggi. Innanzitutto, è ricca di proteine che hanno un grande valore biologico e sono facili da assorbire. La creatina, in particolare, influisce sulla massa muscolare. Ne consegue un grande beneficio per bambini e anziani che ne hanno necessità per la crescita e il sostegno del proprio apparato muscolo-scheletrico. Inoltre, la carne rossa è priva di carboidrati e ricca di CLA, acido linoleico coniugato, che incide sulla perdita del grasso corporeo.

Infine, tale tipo di carne contiene vitamine, come la B12, e minerali, come il ferro e il potassio, importanti nutrienti per le cellule del nostro organismo. Gli esperti, però, parlano anche di rischi nel consumo della carne rossa a causa della presenza di grassi saturi. L’eccesso, infatti, può portare a delle conseguenze negative per la nostra salute. I medici fanno riferimento alle malattie cardio-vascolari, all’ipertensione arteriosa, all’osteoporosi, alla gotta e al cancro del colon e dello stomaco.