Il cancro è, al giorno d’oggi, una delle patologie più temute, anche per il suo potenziale carattere ereditario. Qualsiasi siano le cause dell’insorgere di questa malattia, è importante seguire delle semplici regole di prevenzione, consigliato anche a coloro che non hanno storie di tumori in famiglia. Le principali regole per la prevenzione del cancro sono 12 e sono state pubblicate sul sito dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) al fine di informare i cittadini sulle azioni giornaliere che aiutano a diminuire il rischio di sviluppare un tumore.

Semplici ma fondamentali regole 

Si tratta di regole molto semplici che possono essere seguite da tutti. La prima, ovviamente, è quella di non fumare e non utilizzare il tabacco, essendo una delle cause principali dello sviluppo del cancro. Il concetto va esteso anche al fumo passivo, che mette in pericolo anche chi non ha mai fumato. È importante mantenere il peso regolare seguendo una dieta sana e svolgendo una regolare attività fisica; inoltre si consiglia di limitare il tempo trascorso seduti, svolgendo sempre movimento. Un’altra regola è per chi consuma alcolici: questi ultimi infatti vanno assunti in modo moderato e sporadico. L’alcol è strettamente correlato allo sviluppo di tumori della bocca, della gola, del colon-retto e del seno, pertanto più vengono consumati e più il rischio aumenta.

Non dimentichiamo i controlli

Non è tutto, per ridurre i rischi di contrarre la malattia, oltre a queste prime regole ce ne sono altre. L’eccessiva esposizione al sole risulta essere molto dannosa e può portare, nel corso del tempo, allo sviluppo di diversi tumori. Da non sottovalutare i rischi che si corrono sul luogo di lavoro, e ricordarsi sempre di seguire le regole per la sicurezza proteggendosi dagli agenti cancerogeni. Per le donne vi sono poi dei consigli specifici ovvero: ricordarsi di vaccinare il proprio bambino, allattare, se possibile, perché così facendo si riduce il rischio di cancro. Ultimo, ma non meno importante, si ricorda a tutti di aderire ai programmi di screening per cancro al fine di individuare alcuni tipi di tumore quando sono più curabili, cioè alla comparsa dei primi sintomi.