noia

In queste eterne giornate di isolamento dovuto alla necessità di arginare l’emergenza sanitaria del coronavirus, il tempo sembra non scorrere mai. Gli stimoli sono pochi e potremmo correre il rischio di chiuderci in una sensazione di malumore che – chissà – magari rischia di protrarsi anche ad emergenza conclusa.

È vero che sembra difficile trovare delle attività stimolanti, o anche solo qualcosa che in qualche modo ci occupi il tempo, senza uscire di casa per nessuna ragione differente dalla spesa o dalle emergenze.

Tuttavia, non è esattamente così, spesso siamo infatti noi che, abituati a ritmi lavorativi o scolastici serrati e ad avere sempre impegni nuovi che ci sballottano a destra e sinistra, abbiamo perso un po’ il contatto con la solitudine.

Come occuparsi il tempo?

Trovare qualcosa da fare può essere piuttosto tedioso, non è vero?! Vi assicuro che, invece, è assolutamente falso, ed è spesso e volentieri questo tipo di pensiero che ci preclude la possibilità di trovare un’attività in cui cimentarci. Se provassimo, innanzitutto, a pensare a quali sono le cose che potremmo fare invece che a quelle che ci sono precluse, potrebbe risultare molto più semplice trovarle!  

Una buona idea potrebbe essere riordinare la cantina, in cui da anni e anni si accumulano cimeli più o meno importanti e ormai dimenticati. Magari lì in mezzo troviamo dei vecchi album di foto, oppure qualche vhs di cui neppure ricordavamo l’esistenza. Ed ecco che da un semplice lavoro di riordino (a cui non ci saremmo probabilmente mai dedicati, in altre occasioni) ci ritroviamo a sfogliare vecchie foto, cercando di indovinare chi sia questo o quell’altro parente!

Un po’ di verde in più non fa mai male

Avendo un giardino privato a disposizione potremmo dedicarci a qualche piccola e semplice attività di giardinaggio, includendo anche i più piccini. Oltretutto, una ricerca sostiene che sia un’attività ottima per combattere ansia e stress. Senza un giardino a disposizione potremmo approfittarne per creare un piccolo angolo verde in casa nostra. Magari così facendo scopriamo anche una nuova passione che non abbiamo mai esplorato prima d’ora.

L’importanza del tasto “Off”

In questo periodo passiamo molto più tempo attaccati ai nostri cellulari, televisori e computer. Ciò che fatichiamo a fare, però, è tenere presente che un bombardamento costante di informazioni non ci fa stare meglio. D’altronde sapere in ogni momento quanti sono i contagi non li farà in alcun modo frenare, ma ci creerà una forte sensazione di sconforto e malessere.

Passare il tempo al cellulare non ci farà neppure spendere in modo efficiente le nostre energie, rischiando di renderci molto più difficile anche addormentarci e riposare correttamente.
Impariamo a mettere in stand by i dispositivi e il flusso di notizie. Sarà un notevole aiuto per superare questo periodo nel modo migliore.

Non ho un giardino, né una cantina, cosa faccio?

Poniamo caso che casa vostra non abbia un giardino privato, né una cantina. Oppure il giardinaggio proprio non faccia per voi e vi renda solo più nervosi. Una buona alternativa potrebbe essere la meditazione, che richiede davvero pochi sforzi e ci permette di riappropriarci della nostra interiorità.

In alternativa, ancora, potremmo dedicarci a migliorare le nostre doti culinarie. Così avremmo anche sempre dei nuovi piatti da servire durante i pasti. I bambini, poi, apprezzano particolarmente la cucina, e potremmo chiedere il loro aiuto per la preparazione di qualche dolce, facendogli magari scoprire una nuova passione!

Piccoli lavori domestici

Se tutte queste cose, ancora, non facessero per noi, o le aveste già sperimentate con scarsi risultati, allora potreste pensare di fare qualcuno di quei lavori che sono nella lunghissima lista delle cose da fare in casa da un sacco di tempo. Cambiare la lampadina del salotto, o riordinare l’armadio, ad esempio. Appendere quel quadro, oppure sistemare quel groviglio di cavi o pulire un vecchio utensile che potrebbe esserci utile. Tutte cose procrastinate all’infinito, che invece potremmo fare in questo momento.

Un ultimo buon consiglio è quello di dedicarci, assieme ai più piccoli, al riciclo creativo di alcuni oggetti di scarto presenti in casa. Donando anche un aspetto parzialmente nuovo all’abitazione grazie ad alcune decorazioni che in altri momenti potrebbero richiederci troppo tempo per essere realizzate. Oltre al riciclo creativo anche dei piccoli e semplici progetti di fai da te possono essere un’ottima occupazione!

Leggi anche:

I 10 migliori alimenti per aiutare le difese immunitarie
Come ridurre lo stress con pochi e semplici gesti quotidiani
Disinfettante per le mani: ecco le istruzioni per prepararlo autonomamente