Il Taijiquan, definito come “la boxe della suprema popolarità”, abbreviato in Taiji o Tai Chi. Si tratta di un arte marziale cinese, nata con lo scopo di usarla nel combattimento; al giorno d’oggi in occidente è conosciuta soprattutto come ginnastica e come tecnica di medicina preventiva.

Come in tutti gli stili di arti marziali cinesi, l’allenamento di base utilizza i Jibengong, cioè le tecniche di base che andranno a comporre poi tutti gli apprendimenti successivi.

Essi sono le posizioni, le tecniche di gambe, gli atteggiamenti delle mani  ecc… Uno degli elementi fondamentali delle arti marziali Cinesi sono le cosiddette posizioni, come ad esempio, il passo del cavaliere, il passo vuoto, il passo di tallone, il passo dell’ideogramma “ding” e altri ancora.

Vi sono poi diversi tipi di Tai Chi, diciamo degli stili di esecuzione, che prendono il nome di “stile Chen”, “stile Yang”, “stile Wu” ecc… Per noi occidentali è diventata come una danza silenziosa, in cui il corpo e l’organismo si caricano di energia e si rilassano.

Vediamo insieme i 10 Benefici dell’antica arte del Tai Chi. L’articolo continua >

10) Riduce lo stress

Il Tai Chi si esprime in sequenze di movimenti fluidi che generano cambiamenti nella concentrazione mentale, nella respirazione, nel coordinamento, e inducono il relax. E’ di moderata intensità come esercizi aerobici, è adatto perciò ad una popolazione diversificata, per quanto riguarda il genere, l’età e lo stato di salute. Il Tai Chi ha dimostrato di favorire il rilassamento e di ridurre lo stress.

9) Abbassa la glicemia

Secondo uno studio condotto per sei mesi su di un gruppo di diabetici coreani, la glicemia si abbasserebbe notevolmente, con la pratica costante e giornaliera dell’esercizio. Inoltre spinge le persone a consapevolizzare e gestire meglio la loro malattia, vivendo con più vitalità. I risultati migliori sarebbero presenti sul diabete di tipo due.

8) Si invecchia bene

Anche qui, uno studio condotto su 69 anziani, di cui 29 praticavano Tai Chi da 3 anni o più per almeno un’ora e mezza alla settimana, questi ultimi hanno dimostrato di essere più in salute degli altri; lo afferma uno studio pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology. Risultavano migliori pressione arteriose e resistenza vascolare.

7) Si dorme meglio

Presso l’Università della California è stato condotto uno studio su 112 anziani con disturbi del sonno. Hanno praticato Tai chi per sedici settimane ed è stato significativo il miglioramento della qualità della vità e la durata del sonno. Il risultato di questo studio è stato pubblicato anche sulla rivista scientifica Sleep, nel 2008.

6) Riabilitazione dopo un ictus

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Neurorehabilitation and Neural Repair, uno studio condotto dall’università di Harvard, su 136 pazienti che avevano avuto un ictus almeno 6 mesi prima, praticando per 12 settimane il Tai Chi hanno migliorato notevolmente l’equilibrio. Questo grazie ad un programma di esercizi di respirazione e stretching, per i muscoli e per le articolazioni.

5) Uscire dalla depressione

Il Tai chi, con i suoi movimenti dolci e delicati, può essere praticato a qualsiasi età e secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Geriatric Psychiatry, la pratica costante di questa disciplina, come già detto precedentemente aiuta a migliorare la qualità della vita e lo stato di salute. Questo aspetto è fondamentale per un paziente che cerca di uscire dalla depressione.

4) Proteggere il cuore

Il Tai chi è una discplina benefica per moltissime cose, tra cui anche l’attività cardiaca. Essendo praticabile anche da persone anziane o in sovrappeso, garantisce unostile di vita attivo e sano. Secondo uno studio condotto dal Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston su 100 pazienti, il Tai chi avrebbe notevoli riscontri positivi sull’attività cardiaca.

3) Aumenta le attività cerebrali

Questo è tra gli aspetti più incredibili. Secondo uno studio della University of South Florida,  in associazione con degli esperti cinesi è stato riscontrato come la pratica del Tai chi, dopo quaranta settimane avesse aumentato le attività cerebrali, e fatto addirittura aumentare di volume il cervello. Questo aspetto sarebbe dovuto al elevato livello di concentrazione, impiegato per praticare la disciplina.

2) Utile per le articolazioni

Anche questo aspetto è stato confermato da uno studio, ovvero dal Tufts Medical Center, che ha evidenziato come nei pazienti che soffrivano di osteoartrite, vi è stato un vero e proprio miglioramento, per quanto riguarda i movimenti, il dolore e le funzionalità, praticando il Tai chi almeno due volte a settimana.

1) Abbassa la pressione ed il colesterolo

Infine, ma non meno importante, a quanto pare il Tai chi sarebbe utile anche per regolare la pressione arteriosa ed il colesterolo. Lo studio è stato condotto presso l’Università di Taiwan, per’altro, luogo dove per eccellenza gli abitanti praticano la disciplina del Tai Chi. Risulta quindi essere fondamentale, praticare questa ginnastica dolce dopo i 50 anni di età e sicuramente non può che far bene, se si inizia anche da giovani. tai chi colesterolo

Se hai trovato interessante l’articolo, condividilo su Facebook con le tue amiche >>