Mangiarsi le unghie non è solo un problema che può avere delle conseguenze estetiche ma anche sulla salute della persona. Infatti, l’onicofagia è un disturbo che coinvolge anche lo stato di benessere psicologico e fisico e si manifesta soprattutto quando si è in ansia.

Mangiarsi le unghie in modo compulsivo può portare al danneggiamento della porzione di pelle posta attorno all’unghia inducendo una maggiore suscettibilità ad agenti batterici o virali. Inoltre, essendo correlata a possibili danni gengivali e al trasporto di microbi attraverso la saliva, si rischia di causare problemi gastrici.

Da un punto di vista estetico, mangiarsi le unghie e le cuticole in modo persistente durante gli anni, potrebbe causare un’evidente deformazione delle dita.

Anche se questo disturbo si manifesta nel 30% dei bambini di età compresa tra i 7 e i 10 anni e nel 45% degli adolescenti, l’onicofagia è un problema che può persistere anche in età adulta ma che non è difficile da eliminare con dei semplici rimedi fai da te.

Scopriamo insieme le 15 soluzioni per non mangiarsi più le unghie.

1) Fiori di Bach

Quando le cause scatenanti dell’onicofagia sono strettamente collegate agli stati d’animo, i Fiori di Bach possono risultare molto utili. Quando si manifestano particolari stati di ansia i fiori indicati sono l’ Ignatia e la Staphysagria. Il rimedio omeopatico dell’Ignatia amara viene estratto dai semi che contengono degli alcaloidi come la stricnina e la brucina che agiscono sul sistema nervoso. Mentre la Staphysagria è una pianta che appartiene alla Famiglia delle ranuncolacee ed è utilizzata anch’essa nei pazienti che manifestano disturbi della sfera psichica.

omeopatia unghie

2) Proteggere le dita

Sempre restando nella sfera emozionale un’altra valida soluzione che fa leva sulla psicologia consiste nel proteggere le dita. Dopo aver massacrato le unghie e non avendo più nulla da rosicchiare, è bene impegnarsi a non affliggerle più per alcuni giorni. Quindi, meglio scegliere un dito da proteggere e impegnarsi a non mordere l’unghia per un po’ di giorni. Con il tempo l’unghia ritornerà mano a mano più bella è questa potrebbe essere la motivazione giusta per far cessare il tedioso problema dell’onicofagia.

Proteggere le unghie

3) Elastico al polso

Un’altra soluzione che mira ad agire a livello psicologico è quella dell’elastico al polso. Infatti, ogni volta che si morderà l’unghia l’elastico scatterà. Da questo ne deriverà una spiacevole sensazione dolorosa e a poco a poco il cervello assocerà il gesto di mangiarsi le unghie al dolore inducendovi a non rosicchiarle più.

Elastico al polso

4) Meditazione

I rimedi naturali casalinghi per non mangiarsi le unghie possono comportare anche l’uso di tecniche di rilassamento, come ad esempio delle sedute di meditazione, anche tra le mura di casa propria. Perché, ristabilendo l’armonia interiore e riducendo il nervosismo e lo stress, non si sentirà più il bisogno di accanirsi nel rosicchiare le unghie.

Meditazione

5) Palline anti- stress

Se non si ha molto tempo per dedicarsi a delle sedute di meditazione, un’altra valida alternativa per scaricare lo stress sono le palline apposite che, nonostante il nome, non sono tutte di forma sferica. Questo giocattolo è malleabile e stretto nella mano, oltre ad alleviare le sensazioni di nervosismo, aiuta a distendere i muscoli tesi.

Pallina anti stress

6) Attività alternative

Per non sentire la necessità di rosicchiare le unghie bisogna tenere impegnate sia le mani sia la mente. Farsi distrarre da un’attività alternativa che sia piacevole, come ad esempio lavorare a maglia, ridurrà notevolmente lo stress e le cuticole e le unghie non subiranno ulteriori inutili massacri inutili. L’importante sarà scegliere qualcosa di pratico e rilassante.

Attività alternative

7) Gomma da masticare

Come affermato nel punto precedente, è importante impegnare la mente in attività che la distraggano dalla necessità di accanirsi contro le unghie. Questa volta, la spinta emotiva può essere generata facendo leva su differenti stimoli corporei. Masticando una comunissima chewing gum non si avvertirà più la necessità di altro.

Gomma da masticare unghie

8) Smalto amaro

Un’altra valida alternativa per smettere di mangiarsi le unghie è quella di applicare uno smalto anti- rosicchiamento. Infatti, in commercio esistono delle specifiche formule molto amare che al momento del contatto con la bocca faranno avvertire un gusto più che spiacevole e questo farà sì che le unghie non vengano rosicchiate.

Smalto amaro unghie

9) Aceto

L’aceto, oltre ad essere una valida soluzione naturale per pulire e igienizzare quasi tutto, è anche un’alternativa allo smalto amaro. Infatti, il sapore aspro e sgradevole sono utili al fine di evitare di mangiarsi le unghie. Immergendole semplicemente in un contenitore con dell’aceto bianco per qualche minuto farà desistere dal tentativo di mangiarsi le unghie.

Aceto di mele unghie

10) Succo di pompelmo

Anche questa soluzione a base di pompelmo è un’alternativa molto economica e necessita solo di alcuni minuti. Infatti, basterà immergere le dita nel succo per qualche minuto per impedire che si rosicchino le unghie. Il pompelmo rappresenta un prezioso alimento dai poteri disinfettanti, quindi, oltre a risultare sgradevole per il palato sarà anche una soluzione igienizzante più che naturale.

Succo di pompelmo unghie

11) Aglio e cipolla

Sia l’aglio sia la cipolla sono alimenti dal sapore e dall’odore molto pungente e strofinandoli sulla punta delle unghie e attorno alle pellicine faranno passare al primo tentativo la voglia di mangiarsele. Ovviamente, pur essendo un’ottima soluzione naturale, non sempre sarà possibile utilizzarla, meglio alternarla con altre soluzioni più profumate.

Cipolla su unghie

12) Guanti

In commercio si possono acquistare dei guanti in tessuto sterile che normalmente si utilizzano per pulire i soprammobili di casa: potranno essere una pratica soluzione per evitare di rosicchiarsi le unghie. In alternativa si potranno sempre indossare quelli che si avranno a disposizione nel proprio guardaroba.

Guanti cotone

13) Cerotti

Anche con i cerotti si può evitare di mangiarsi le unghie. Applicandoli sulle dita con la garza appoggiata all’unghia impediranno di accanirsi su di loro. Per una corretta igiene dovranno essere sostituiti quotidianamente con quelli nuovi e sterili.

cerotto unghie

14) Massaggio idratante

Un aspetto da non sottovalutare è la cura e l’igiene delle unghie. Infatti, per evitare che si sviluppino brutte infezioni è importante mantenerle sempre pulite e prive di piccoli taglietti. Per aiutare la cicatrizzazione della pelle si può massaggiare dell’olio di oliva, ottimo emolliente naturale.

Massaggio unghie

15) Aspetto curato

Essenziale tagliarle molto corte per non essere tentati di mangiarle e abituandosi ad un aspetto apprezzabile delle mani non è escluso che scatti la motivazione di non rosicchiare più le unghie.

unghie curate

 

Se l’articolo ti è stato utile condividilo con le tue amiche su Facebook!