Meryl Streep in Il Diavolo veste Prada

Gli errori sono sempre dietro l’angolo e sbagliare tinta, regalandosi di colpo qualche anno in più, è uno sbaglio molto comune, soprattutto quando non ci si affida alle mani di un esperto hair stylist.

Infatti, per illuminare il viso e sembrare più giovane, oltre al make-up adatto e alla pettinatura giusta, è importante scegliere la tinta della nostra chioma in base al proprio incarnato e non solo seguendo la moda del momento.

Inoltre, con il passare degli anni, anche i capelli invecchiano e colorarli regolarmente per coprire i fili bianchi di certo non giova alla situazione. Tuttavia, se l’obbiettivo è quello di sembrare un po’ più giovani, il colore giusto può fare davvero la differenza.

Ma è necessario fare attenzione a sceglierlo bene e rivolgersi a parrucchieri capaci e aggiornati. Difatti, con la tinta sbagliata si rischia di dimostrare molti anni di più. Quindi, quali sono quelle da evitare? Mantenere il colore che si aveva da giovani è sempre la scelta giusta?

Scopriamo insieme le tinte per i capelli che fanno invecchiare:

1) Evitare i colpi di sole

La tecnica di tingere i capelli con i colpi di sole è stata una delle più utilizzate negli anni passati ma non è il vero motivo per cui è giusto evitarla. Infatti, i capelli “a strisce” è un look che invecchia moltissimo. Il consiglio è quello di affidarsi ad un esperto e puntare su un colore multi sfaccettato e con molti riflessi naturali, che illuminano il viso senza troppo stacco.

Donna capelli con colpi di sole

2) Avere un colore piatto

Un altro errore che si commette facilmente è quello di tingere i capelli con un colore piatto. Per evitare di spegnere il viso invece che illuminarlo è meglio non utilizzare una sola tinta fai da te, e, ancor più importante, mai scegliere un colore decisamente più scuro di quello di partenza. Nel caso in cui non fossero presenti troppi capelli bianchi, è possibile dare un po’ di luce al volto utilizzando i riflessanti, decisamente meno aggressivi per il capelli e il cuoio capelluto rispetto alla tinta tradizionale. Rihanna è sempre bellissima e particolare ma un colore così piatto non le dona moltissimo.

rihanna capelli rossi

3) Fare (sempre e comunque) il proprio colore

Tante vote, credendo di non sbagliare, si continuano a tingere i capelli del loro colore naturale. Questa scelta non è sempre azzeccata, perché le tonalità della pelle del viso possono cambiare. Difatti, con il passare del tempo, l’incarnato può schiarirsi, scurirsi leggermente oppure apparire spento ed è quindi necessario dare un po’ più luce con toni diversi, più caldi o più freddi, a seconda delle esigenze. Ambra Angiolini è una star che ha giocato molto con la lunghezza dei suoi capelli e con il passare degli anni li ha scuriti un po’ con qualche riflesso ramato.

Ambra-Angiolini

4) Tingere i capelli con una tinta troppo diversa dal colore originale

Anche se nella pagina precedente si consiglia di cambiare la tonalità del proprio colore originale, è meglio non stravolgere completamente il proprio aspetto. Distaccarsi troppo dal colore naturale potrebbe invecchiare il proprio aspetto. L’obbiettivo è sempre quello che: il colore dei capelli dovrà esaltare quello della pelle. Nonostante sia sempre e comunque una dea, preferiamo Angelina Jolie più naturale.

Angelina-Jolie-capelli-biondi
Fonte immagine: Pinterest

5) Le radici con troppo stacco cromatico

Un’altra tendenza che si è vista anche su moltissimi personaggi famosi è quella di avere le radici dei capelli molto più scura rispetto alla tinta. Questo look può piacere o meno però, su molti visi, ha l’effetto di indurire ed invecchiare i lineamenti. Il segreto per non aggiungersi anni in più è quello di mantenere un colore di capelli senza grossi stacchi. Ilary Blasi si è sempre divertita a cambiare tanti look alla sua chioma, ma è decisamente meglio senza troppa differenza cromatica tra la radice e le punte.

Ilary blasi, ricrescita capelli

6) Schiarire troppo i capelli

Anche i capelli devono seguire la moda e la tendenza del momento ma non sempre. Infatti, le tinte molto chiare anzi chiarissime, come l’Icy Blonde ed il platino, non donano a tutti gli incarnati. Anche per questa volta, vale il principio per cui: il colore dei capelli deve adattarsi a quello dell’incarnato. Quindi, se l’intenzione è quella di togliersi qualche anno, è bene non schiarirli e preferire qualche sfumatura più calda, come il caramello ed il miele che daranno anche un effetto più naturale. Kim Kardashian, che da sempre ama stupire, ha osato un look super platinato.

Kim Kardashian capelli platino
Fonte immagine: Instagram @kimkardashian

7) Non curarli

Per tutte le donne che hanno deciso di non tingere più i capelli è importante chiarire alcuni punti. Decidere di portare con orgoglio una chioma grigia o bianca, richiede comunque cura e attenzione per i propri capelli. Affidandosi alle mani esperte di un hair stylist garantirà un effetto tridimensionale, scongiurando che si formino antiestetici aloni giallastri. Meryl Streep in Il Diavolo veste Prada ha portato con superba eleganza e raffinatezza una chioma total white. Chi non vorrebbe invecchiare così?

Meryl Streep in Il Diavolo veste Prada

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici su Facebook!