capelli

Sebbene ci sia una piccola percentuale che colpisce anche le donne, la perdita dei capelli è un problema che riguarda principalmente gli uomini. Molti ne vengono colpiti dai 25-30 anni in su, ma esiste un trattamento capace di alleviare o prevenire il problema, rigenerando le cellule del cuocio capelluto.

La calvizie ha spesso cause genetiche ma non sempre. Fattori come cattive abitudini alimentari, stress, squilibri, mal funzionamenti ormonali e gravidanza, possono essere cause che portano a questo fastidioso problema.

Rigenerazione cellulare per impoverimento di capelli e calvizie

La rigenerazione cellulare si basa su iniezioni di elementi biostimolanti, acido ialuronico, vitamine e amminoacidi che stimolano la microcircolazione dei tessuti e che prolungano il ciclo vitale del fusto capillare.

Rigenerare i tessuti del cuoio capelluto con un intervento mirato, può davvero fare la differenza soprattutto quando il problema risulta ormai avanzato. Il trattamento è adatto sia per le donne che per gli uomini, sia per rinforzare e rinfoltire la capigliatura, che alleviare la calvizie.

Rigenerazione cellulare spiegata dal dott. Conti

In una intervista ad ANSA il Dott. Mauro Conti direttore Scientifico di HairClinic Italia Bio Medical Group, parla della rigenerazione cellulare come possibile cura al problema: “L’entrata in campo della Medicina Rigenerativa ha rivoluzionato il settore. Tra le principali innovazioni e rivoluzioni nell’ambito scientifico, la Medicina Rigenerativa è priva di effetti collaterali e controindicazioni, si basa su un principio razionale, ovvero sulla naturale capacità dell’organismo, organi e tessuti, alla riparazione in seguito a danni chimici e fisici”.

Continuando, Conti spiega in cosa consiste il trattamento: “La Medicina Rigenerativa Multidisciplinare sfrutta le potenzialità delle nostre Cellule Rigeneratrici e Riparatrici, grazie a terapie e tecnologie avanzate e altamente selettive”.