Da ormai 10 anni la ricostruzione unghie ha spopolato anche qui in Italia. La maggior parte delle donne, dai 15 anni in su, ne è provvista. Chi preferisce un semplice french bianco e chi invece opta per un lungo stiletto rosso fuoco.

Che tu abbia le unghie finte o meno, non vuol dire che le tue mani appaiano ben curate. Innanzitutto prima ancora di recarsi dall’estetista, bisognerebbe preoccuparsi di avere delle unghie sane, non rosicchiate, soprattutto pulite e mantenute in ordine.

La prima regola per avere unghie e quindi mani che appaiono belle e sistemate è quella di togliere sempre le cuticole in eccesso, che crescendo coprono la parte iniziale dell’unghia. Come realizzare però questa delicata operazione? Bisogna fare attenzione a non tagliarsi ed inoltre bisogna saper utilizzare gli strumenti giusti.

Bisogna sapere innanzitutto cosa sono le cuticole e dopodiché come trattarle.

Seguite questi 5 semplici passi e avrete mani da sogno anche senza ricostruzione gel >>

5) Cosa sono le cuticole

Le cuticole o quelle che comunemente vengono definite “pellicine”, non sono nient’altro che la naturale protezione della matrice ungueale. Quest’ultima, come dice il nome stesso, matrice, è quella parte viva e fragile, da cui cresce l’unghia. Se danneggiata in maniera permanente, anche l’unghia stessa ne risentirà, crescendo, come molte volte capita, storta, leggermente ondulata o con degli inspessimenti. A ragione di ciò, si può notare che solitamente nelle persone onicofagiche, ovvero chi si mangia le unghie, le cuticole crescono in maniera molto più abbondante. Questo proprio perché essendo una “protezione”, come molte altre parti del corpo, viene prodotta in maniera più massiccia, quando viene tolta eccessivamente.

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

4) Occorrente

Per una perfetta manicure, quello di cui avrete bisogno, sono una ciotola d’acqua tiepida, o se preferite in commercio vendono apposite ciotoline a mezzaluna, con una parte rigonfia su cui appoggiare il palmo della mano. Poi avrete bisogno di uno spingi cuticole, preferibilmente in legno d’arancio, tronchesine a punta piccola o taglia cuticole (tipo sgorbia), e infine un olio per cuticole o più semplicemente una crema mani.

unghie a bagno

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

3) Preparazione

Prima di iniziare a tagliare le cuticole dovrete preparare l’unghia. Ancora prima di mettere a bagno le mani, quello che dovrete fare è con l’ausilio del bastoncino di legno, spingere delicatamente le cuticole, verso l’attaccatura dell’unghia; in maniera che si alzino leggermente. Quando avrete terminato questa operazione, spalmate su ogni cuticola, avendo riguardo di coprirla bene tutta, della crema mani o se l’avete un olio per cuticole. Quando avrete finito tutte e 5 le dita, immergete la mano nell’acqua tiepida e tenetela a bagno dai 3 ai 5 minuti. Ovviamente questa operazione dovrete farla in maniera identica quando passerete all’altra mano.

spingere le cuticole

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

2) Entriamo nel vivo

Tirate fuori la mano ed asciugatela. Con un pezzo di carta o con l’asciugamano stesso eliminate i residui di crema. A questo punto le cuticole saranno abbastanza morbide per essere tagliate. Se volete essere scrupolose, potete spingerle nuovamente un poco con il bastoncino. Prendete le tronchesine, se siete pratiche, se no il taglia cuticole a sgorbia è molto più semplice da utilizzare e partendo da un lato del dito, iniziate facendo molta attenzione a non tagliarvi a togliere la pellicina alzata. Andate avanti così facendo tutte le dita e ritoccando dove vedete che della pelle in eccesso spunta ancora.

olio cuticole

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

1) Finalizziamo

Una volta che avrete terminato entrambe le mani, il grosso del lavoro sarà terminato. A questo punto se volete continuare la vostra manicure, potrete limare le unghie e applicare lo smalto, altrimenti finalizzate in questo modo. Prendendo la stessa crema mani utilizzata precedentemente o l’olio per cuticole, applicatene una punta su di ogni dito e massaggiate, fino a completo assorbimento. La vostra operazione “mani d’angelo” è terminata. L’unica cosa che vogliamo ricordarvi è di fare estremamente attenzione quando utilizzerete elementi taglienti. Non distraetevi e lavorate concentrate.

crema mani

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook con le tue amiche >>