Come scegliere la giusta protezione solare per l’estate

protezione solare come scegliere

Quando si inizia ad andare al mare o in piscina è necessario scegliere anche la giusta protezione solare per proteggere la pelle, evitare le scottature e anche l’azione diretta dei raggi del sole, che comportano un aumento dei radicali liberi e portano la pelle a invecchiare precocemente.

La crema solare non è solo necessaria quando ci si espone direttamente al sole. Infatti, i raggi solari, soprattutto d’estate (ma in realtà anche durante il periodo invernale), si irradiano anche all’ombra e colpiscono la pelle anche quando si va a fare una passeggiata o una semplice camminata.

I raggi UVB e UVA sono sempre pronti a raggiungere la tua pelle!

Ecco perché non bisogna mai uscire senza crema solare anche quando non si indossa un costume. Ma come scegliere la crema solare migliore? Scopriamolo insieme.

Come si sceglie la crema solare?

Le creme solari in commercio sono tantissime. Esistono diversi prodotti, dagli oli alle creme, kit composti da fluidi solari protettivi con creme e balsami after sun come i solari Collistar, pensati appositamente per proteggere la pelle e permetterle di abbronzarsi nel migliore dei modi.

Infatti, mettere la protezione solare non vuol dire non abbronzarsi. La crema serve a proteggere la pelle, che essendo esposta al sole si abbronzerà, ma invece di bruciarsi e causare rossore, prenderà colore piano piano.

Ma come si sceglie la giusta protezione? Il primo fattore che bisogna considerare è l’indice SPF, che può essere compreso da 8 fino a oltre 50 SPF. La scelta del SPF dev’essere fatta in base al tipo di pelle che si ha e anche al grado di abbronzatura.

Indice SPF: qualche dettaglio in più

Una crema solare con SPF 50+ dev’essere utilizzata dalle pelli che appartengono al fototipo 1, quindi carnagione molto chiara, capelli biondi o rossi. Una protezione solare 30 invece può essere usata da chi ha un fototipo chiaro, in genere fototipo 2, che oltre a una pelle chiara ha i capelli tra il biondo e il castano.

La protezione tra i 25 e i 20 SPF, invece, si può usare quando si ha una pelle che rientra nel fototipo 3; quindi se si presentano caratteristiche quali: capelli castani o biondo scuro, pelle sensibile o moderatamente sensibile, ma non chiarissima

Creme con SPF da 20 a 15 questa sono idonee per chi rientra nel fototipo 5 o 6; questi due fototipi prevedono pelle scura o olivastra, capelli scuri. Infine, ci sono le creme solari con filtri al di sotto del 15.

In questi casi, meglio utilizzarli solo quando si è già abbronzati. Le creme con filtro molto basso comunque proteggono meno la pelle e lasciano agire più facilmente i raggi UVA e UVB. Ecco perché sarebbe meglio evitare di utilizzare una protezione troppo bassa se l’intento è quello di proteggere la pelle.

Attenzione anche a un’altra caratteristica. I filtri solari, infatti, dovrebbero riportare l’indicazione: efficaci contro i raggi UVB e UVA. Questa specifica serve a capire l’efficacia della crema sulla pelle e il suo effetto protettivo dai raggi del sole.

Come si applica il filtro solare?

Sicuramente è semplice applicare la crema solare, ma sai davvero come farlo al meglio per evitare che la pelle si scotti e garantire l’azione ottimale del filtro? in realtà, la crema per il sole deve essere applicata 20 minuti prima dell’esposizione! Se non lo si fa, c’è il rischio che la pelle non sia subito protetta e sia soggetta a scottature.

Inoltre, l’applicazione va ripetuta ogni 2 ore, per garantire la protezione a lungo e non rischiare di lasciare che la pelle possa riportare scottature o rossori. Infine, non dimenticare mai il doposole, che è essenziale per nutrire l’epidermide, rinfrescarla e in alcuni casi perfetto per uniformare il colorito.

Pubblicità

Potrebbe interessarti