caduta-capelli-cause

La caduta dei capelli rappresenta, per la maggior parte delle persone, un vero e proprio fastidio. Secondo quanto riportato da starbene.it, in Italia si stima che circa il 50% della popolazione adulta soffre di questo fastidioso problema.

In linea di massima sono gli uomini ad essere colpi più frequentemente dalla caduta dei capelli. Tuttavia, questo non significa che le donne siano immuni, sono piuttosto maggiormente soggette all’indebolimento della chioma. Le cause della caduta dei capelli sono numerose, scopriamole assieme!

Caduta dei capelli: cause comuni

Alcune cause della caduta dei capelli sono decisamente più comuni di altre, oltre che colpire indistintamente uomini e donne. Una prima causa è la normale caduta stagionale, strettamente legata al ciclo autunno/estate. In autunno, infatti, i capelli tendono ad essere indeboliti dal sole e dal vento estivi, cadendo in maniera più copiosa. In questo caso non c’è nulla di cui preoccuparsi!

Un’altra causa della caduta dei capelli molto diffusa e comune è l’alopecia areata. Questa, diffusa soprattutto prima dei 40 anni, colpisce indistintamente uomini e donne. È caratterizzata da una caduta a “chiazze”, che si intensifica quando vengono pettinati. Si tratta di una malattia autoimmune che non può essere curata.

Le cause comuni nelle donne

La caduta dei capelli colpisce indistintamente entrambi i sessi, ma alcune delle cause sono specifiche per uno dei due. Per le donne, la causa più comune è detta telogen effluvium, ed è caratterizzata da una caduta improvvisa e rapida. La colpa è un episodio di stress psico-fisico molto prolungato nel tempo. I capelli diventano opachi e sottili, fino a cadere in maniera abbastanza esponenziale.

Un’altra causa molto comune nelle donne è l’ipotiroidismo. In questo caso la colpa è un malfunzionamento della tiroide, che modifica le funzionalità delle ghiandole sebacee. È caratterizzata da una caduta diffusa ed omogenea dei capelli.

L’ultima causa della caduta dei capelli nelle donne è una carenza nutrizionale da ferro e proteine. I capelli diventano deboli e cadono abbondantemente. Nella maggior parte dei casi la colpa potrebbe essere un ciclo mestruale abbondante, che riduce in ferro nel circolo sanguigno. Se non si trattasse di carenza di ferro, potrebbe essere anche una carenza di proteine.

Caduta dei capelli negli uomini

Insomma, la caduta dei capelli è un problema molto comune, che colpisce nella maggior parte dei casi gli uomini. La causa più comune è l’alopecia androgenetica, che coinvolge circa il 70% degli uomini tra i 20 e i 60 anni. Interessa maggiormente la fronte, le tempie e la zona superiore della testa ed è caratterizzata da un indebolimento progressivo dei bulbi che producono capelli deboli e sottili.

Tuttavia, l’alopecia androgenetica è un problema che colpisce anche il 35% delle donne in menopausa. La causa è la trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, colpevole del rimpicciolimento dei bulbi.

Leggi anche:

Scopri come fare una maschera di bellezza per i tuoi capelli, completamente naturale, utilizzando l’acqua di riso!

Qui, invece, trovi 12 errori comuni che rischiano di rovinare la tua chioma

Infine, qui puoi scoprire quando sarebbe più opportuno tagliare i capelli in base alla tua lunghezza

Foto sopra: Shutterstock