L’acne è una di quelle patologie, nonché problema estetico, che travolge migliaia di adolescenti e alle volte anche adulti, obbligando chi ne è affetto a coprirsi, nascondersi e sentirsi deriso. Le donne hanno il vantaggio di potersi truccare, per camuffare il disagio, anche se non è sicuramente il sistema più efficace, dato che la maggior parte dei cosmetici non fanno respirare la pelle, per cui potrebbero solo aggravare il problema.

Che cos’è l’acne?

Quella più conosciuta è “l’acne volgare”, ovvero quella che colpisce i ragazzi nella fase adolescenziale e della pubertà. Principalmente è dovuta allo squilibrio ormonale che si verifica proprio in quel periodo. Dal punto di vista più pratico invece, brufoli e pustole si formano a causa di un batterio, che annidandosi nei pori della pelle, assieme allo sporco già presente sull’epidermide, insieme danno vita ad un’infiammazione, il cui sviluppo dà origine ai tanto odiati brufoli. Altri fattori scatenanti possono essere un’alimentazione errata, con cibi infiammanti come cioccolata, formaggi e insaccati; lo stress e un’igiene non attenta. Le zone più colpite sono ovviamente il viso, poi il dorso e il petto.

tè verde

L’ingrediente segreto

Secondo un recente studio condotto dalla National University Yang-Ming di Taiwan, è stato dimostrato che il tè verde è in grado di migliorare anche le situazioni più difficili. Il tè verde è ricchissimo di antiossidanti, sostanze antinfiammatorie, in grado di placare le infiammazioni e le infezioni dovute ai batteri. Lo studio è stato eseguito su trenta donne, che hanno dovuto assumere almeno un bicchiere di tè verde al giorno e dopo un mese gli sfoghi presenti su naso e mento erano visibilmente diminuiti.
Il procedimento è dunque molto semplice, una tazza al giorno è più che sufficiente per contrastare questo anti estetico difetto. Attenzione a non esagerare con il consumo, data la presenza di caffeina potrebbero esserci lievi effetti collaterali come ansia o tachicardia.