3 erbe mediche contro la cellulite

La cellulite, si sa, è il cruccio di tutte le donne: la classica pelle “a buccia d’arancia”, infatti, tormenta da generazioni il gentil sesso, e negli anni molti sono stati i rimedi, naturali o meno, che sono stati tentati per combattere questo problema estetico. In realtà, molte delle creme e dei prodotti cosmetici per combattere questo cruccio potrebbero essere nocive per le cellule e per la pelle nelle zone interessate, oltre ad avere costi spesso inaccessibili.

Come al solito, a darvi qualche consiglio su come risparmiare, sia in termini economici che di salute, ci pensiamo noi, suggerendovi tre piante curative, che permettono, in modo del tutto naturale, di combattere la cellulite in maniera salutare e senza incorrere in spese eccessive.

1) La verbena: non è una pianta molto conosciuta, ma le sue proprietà sono davvero efficaci allo scopo: vi basterà preparare un decotto con 50 grammi di foglie fresche di questa pianta, bollite per una ventina di minuti in 50 cl di aceto. Dopo aver ultimato il preparato, racchiuderlo delicatamente in delle garze, da applicare nelle zone interessate, lasciandole in posa per circa mezz’ora.

3 erbe mediche contro la cellulite

2) La quercia marina: ecco un’altra pianta meno conosciuta ai più, ma anch’essa molto efficace per combattere gli inestetismi della cellulite: vi basterà recarvi in erboristeria e richiedere un preparato alla quercia  marina od, in alternativa, richiedere 50 grammi di foglie di questa pianta. Fatele bollire in 50 cl di acqua per una mezz’oretta e poi, come già suggerito per la verbena, raccoglietele nelle garze ed applicatele per mezz’ora.

3) La betulla: la più conosciuta tra le tre piante che vi consigliamo, anche questa è un ottimo rimedio naturale contro la cellulite: in questo caso, però, è consigliato utilizzare quest’erba sotto forma di tisana, in quanto l’effetto diuretico delle sue foglie è in grado di ridurre drasticamente la ritenzione idrica e, quindi, combattere “internamente” l’avanzare della “buccia d’arancia”.