La cottura corretta della verdura è fondamentale per non perdere nutrimenti preziosi per il corpo come le vitamine e i minerali. Inoltre, cucinare bene le verdure è importante per rendere più digeribile la cellulosa contenuta nei vegetali.

Sono tanti gli errori che si commettono preparando una semplice zuppa o delle verdure alla griglia e questi fanno perdere vitamine importanti come ad esempio la vitamina C.

Per evitare che nell’acqua di cottura si perdano molti nutrimenti non occorrerà sempre eliminare la buccia o tagliare la verdura a pezzettini.

Anzi, per una corretta preparazione è consigliabile farlo dopo averla cotta.

Preparazione al vapore, alla piastra, bollitura, qualsiasi sia il metodo preferito per cucinare la verdura sarà indispensabile seguire questi consigli per evitare di perdere i minerali e le vitamine contenute all’interno dei vegetali.

Scopriamo insieme i 6 segreti per una corretta cottura della verdura >>

6) Cuocere la verdura con la buccia

La buccia della verdura, come quella della frutta, contiene importanti nutrimenti. Mentre si cuoce, la buccia agisce come una preziosa protezione per evitare che si disperdano vitamine solubili importanti per l’organismo. Infatti, la vitamina C, componente nutritiva fondamentale per il benessere fisico, è una di quelle che si perdono più velocemente ma se la verdura verrà cotta con la buccia non si correrà questo pericolo. Quindi quando è possibile non pelare la verdura è meglio non farlo. In questo modo molte vitamine e minerali non andranno dispersi nell’acqua calda.

Cuocere la verdura senza spelarlaFonte immagine

L’articolo prosegue nella prossima pagina >>

5) Cottura al vapore

La cottura al vapore è un altro metodo utilissimo per evitare la dispersione di apporti nutritivi importanti. Infatti, cucinando con questa soluzione le verdure non saranno in contatto diretto con l’acqua, perché verranno posizionate su un supporto forato e il vapore arriverà dall’acqua in ebollizione. In questo modo limiterete in modo consistente la perdita di minerali e vitamine contenute nella verdura. Per cucinare utilizzando il vapore potrete acquistare la pentola apposita con i diversi ripiani che vi consentiranno di cucinare in modo sano e gustoso.

Cottura al vapore

4) Bollire in poca acqua

Per evitare che si disperdano molte sostanze nutritive è consigliabile far bollire la verdura in poca acqua. Non sarà necessario riempire la pentola fino all’orlo ma basterà la giusta quantità per immergere le verdure. Inoltre, sarebbe meglio non tagliare la verdura a pezzetti prima di bollirla. Anche questo trucco è importante per evitare una maggiore dispersione di minerali e per mantenere inalterato il sapore.

Verdure bollite in poca acqua

3) Riutilizzare l’acqua di cottura

Per insaporire ancora di più le minestre e le zuppe perché non riciclare l’acqua in cui avete fatto bollire le verdure? Utilizzando l’acqua di cottura, oltre ad essere più gustose, saranno ancor più ricche di minerali. L’apporto vitaminico invece sarà quasi nullo perché dopo due cotture si saranno quasi completamente disperse nell’acqua durante la bollitura ad alte temperature.

Riutilizzare l’acqua di cottura

2) Cottura alla griglia

Un altro modo molto utilizzato per cucinare le verdure è quello di utilizzare la griglia. Però, prestate molta attenzione alla cottura perché le alte temperature potrebbero bruciare ciò che state preparando. Il pericolo, infatti, risiede nelle parti esterne bruciacchiate in cui si formano delle sostanze cancerogene pericolose per la salute del consumatore.

Cottura alla griglia

1) No alle cotture eccessive

In linea generale, qualsiasi metodo di preparazione sia stato scelto, l’importante è sempre ridurre il tempo di cottura. Minore sarà il tempo, maggiore sarà l’apporto di vitamine e minerali nelle nostre verdure.

No cotture eccessive

Se l’articolo ti è stato utile condividilo con le tue amiche su Facebook!