Frutta e verdura

Difficoltà ad alzarsi dal letto, sensazione di affaticamento continuo, mancanza di energie, pigrizia. Con l’arrivo della primavera, capita spesso di sentirsi così. Moltissime donne decidono di ricorrere all’uso di integratori, spesso senza consultare il medico, ma per combattere la stanchezza primaverile basta molto meno. In questo periodo dell’anno, infatti, è importante porre un’attenzione particolare all’alimentazione, prediligendo i cibi che sono in grado di fornire un apporto energetico superiore. Gli effetti collaterali legati all’arrivo della bella stagione possono facilmente essere contrastati con alimenti vegetali, semplici, sani e ben digeribili.

10) Avocado

Ricco di fibre, grassi monoinsaturi, proteineantiossidanti, l’avocado è un vero e proprio concentrato di energia ed è particolarmente indicato per chi segue una dieta vegetariana o vegana. Le proprietà nutrizionali di questo frutto sono sorprendenti: moltissime le vitamine contenute nella sua polpa (soprattutto la A, la D, la E, la K e quelle del gruppo B), così come i sali minerali, in particolare fosforo, potassio, magnesio e calcio. I benefici apportati dall’assunzione dell’avocado sono legati alla presenza di acido grasso linoleico e omega 3, i grassi “buoni” che contrastano il colesterolo e contribuiscono alla buona salute di cuore e arterie.

Scopriamo insieme i 10 cibi più energizzanti per la primavera>>

Carciofi

9) Carciofi

Grazie alla folta presenza di antiossidanti, che agiscono sotto forma di fitonutrienti, i carciofi forniscono all’organismo numerosi benefici. Sono ricchi di fibre e presentano una buona quantità di sali minerali come calcio, potassio, fosforo, ferro e magnesio. L’alta presenza di ferro, in particolare, è dovuta a sostanze come la coloretina e la cinarina che sono in grado di provocare un aumento del flusso biliare e della diuresi. Particolarmente consigliati per risolvere problemi di diabete, sovrappeso, cellulite, colesterolo e ipertensione, i carciofi vantano anche ottime proprietà toniche e disintossicanti.

Scopri gli altri elementi energizzanti per la primavera>>

Porri

8) Porri

I porri svolgono un’eccellente funzione depurativa nell’organismo, aiutando il corpo a eliminare le tossine nocive, e sono quindi perfetti per affrontare la primavera con la giusta energia.  L’effetto detox generato dai porri è dovuto all’alta percentuale di potassio e alla scarsa quantità di sodio. In questo modo, viene favorita la secrezione dei liquidi e l’eliminazione delle sostanze tossiche attraverso i reni. Oltre all’effetto benefico sul fegato, i porri vantano anche un’ottima funzione di protezione contro le malattie cardiache, riducendo il colesterolo, e nella prevenzione del tumore al colon. 

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

pomodori

7) Pomodori

Ricchi di acqua, vitamine, sali minerali e poveri di calorie, i pomodori sono l’alimento perfetto per la primavera. L’alto contenuto di licopene svolge una straordinaria funzione antiossidante, molto utile nella prevenzione dei tumori e dell’osteoporosi. La vitamina C, presente in grande quantità nei pomodori, favorisce il corretto funzionamento del sistema immunitario. In momenti così delicati come il cambio di stagione, i pomodori offrono anche un valido aiuto all’organismo per la digestione, favorendo il buon funzionamento dell’intestino grazie a fibre cellulari come l’emicellulosa e la cellulosa, presenti soprattutto nella buccia.

Prosegui nella lettura dell’articolo>>

Mirtilli

6) Mirtilli

Ricchi di potassio, vitamina C e flavonoidi, i mirtilli sono un vero e proprio concentrato di benessere. Questi piccoli e deliziosi frutti svolgono il ruolo di antiossidanti naturali che agevola la lotta contro i radicali liberi. Quest’azione è favorita da alcune vitamine, ma soprattutto dalle antocianine, sostanze che appartengono alla classe dei flavonoidi. Importantissime, contro i disagi causati dall’arrivo della primavera, anche le proprietà antinfiammatorie dei mirtilli, che agiscono sull’attività enzimatica dell’intestino sgonfiando, sfiammando e agevolando la sua regolare motilità. Inoltre, l’alto contenuto di acqua favorisce la diuresi e aiuta a prevenire cistiti e altri tipi di infezioni alle vie urinarie.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

Fave

5) Fave

La carenza di ferro può risultare più evidente in periodi come la primavera, per questo assumere alimenti come le fave può aiutare a combattere l’anemia e a ritrovare le giuste energie, senza appesantire lo stomaco. Ipocaloriche, altamente nutritive ed energizzanti, le fave fresche offrono un grande apporto di vitamine (soprattutto la C e molte del gruppo B, la A e la E), e di minerali come il potassio, il fosforo, il calcio, il magnesio, il sodio, il rame e il selenio, oltre al ferro. I benefici per l’organismo non finiscono qui: le fave contribuiscono anche a ridurre il rischio cardiovascolare.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

Asparagi

4) Asparagi

Fibre vegetali, acido folico, vitamine (soprattutto la A, la C, la E e alcune del gruppo B), sali minerali (fosforo, calcio, cromo): gli asparagi sono un potente alleato della nostra salute, specialmente in primavera, e vengono considerati dei veri e propri antinfiammatori naturali. La depurazione dell’organismo è favorita da una sostanza denominata glutatione, mentre l’amminoacido chiamato “asparagina” agisce da diuretico naturale, eliminando il sodio in eccesso. Grazie all’alto contenuto di potassio, gli asparagi aiutano a regolare la pressione sanguigna e le funzioni cardiache, mentre l’inulina apporta numerosi benefici all’apparato digerente e alla flora batterica.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

Fragole

3) Fragole

Innumerevoli sono le virtù di un frutto come la fragola. Il suo potere antiossidante supera infatti di 20 volte quello di altri alimenti e, rispetto agli agrumi, il suo contenuto di vitamina C è decisamente più alto. Oltre a essere molto gustose, le fragole sono anche ricche di calcio, ferro, fosforo, magnesio e acido folico, una vitamina che offre grandi benefici sul cervello, rafforzando la memoria. Rinfrescanti, diuretiche, depurative e disintossicanti, le fragole rappresentano anche una buona fonte di acido ellagico, un efficace anticancro, e di collagene, una proteina che aiuta a combattere la ritenzione idrica e la cellulite.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

4676348525_3a26cfd8b0_o

2) Spinaci

Ricchi di sostanze nutritive e antiossidanti, gli spinaci contribuiscono a garantire la salute degli occhi, a ridurre lo stress ossidativo, a ridurre i livelli di pressione sanguigna e a prevenire il cancro. Le vitamine del gruppo B sono presenti in grandi quantità negli spinaci, in particolare la B9, conosciuta anche come acido folico, che esercita un’azione di prevenzione nei confronti delle patologie cardiache e della demenza senile. Sebbene il contenuto di ferro non sia così alto come si è sempre pensato, gli spinaci offrono un valido sostegno contro la degenerazione maculare, una malattia che colpisce la retina dell’occhio.
L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

banane

1) Banane

La banana è senza ombra di dubbio uno degli alimenti prediletti dagli sportivi per la sua grande quantità di benefici e di proprietà. Questo frutto fornisce infatti ai muscoli i carboidrati di cui hanno bisogno, mentre il contenuto di antiossidanti aiuta nel recupero. Fornendo al nostro organismo fibre e potassio, le banane aiutano quindi il nostro corpo a ritrovare l’energia giusta e a raggiungere un perfetto equilibrio intestinale, particolarmente importanti durante il cambio di stagione. Le banane sono utili anche per combattere l’anemia, fonte di stanchezza, grazie all’elevato contenuto di ferro che stimola la produzione di emoglobina.

Hai trovato interessante il nostro articolo? Condividilo su Facebook con le tue amiche!