Advertisement

La carne, che sia bianca o rossa, è un’importante fonte di proteine fondamentali per l’organismo. Il suo consumo eccessivo però può risultare molto pericoloso e portare a gravi conseguenze. A influenzare questo fattore è sicuramente il modo in cui si cucina e la quantità che se ne mangia.

Non è semplice resistere a un hamburger o a una bistecca, ma quando si cucina la carne alcune delle sue molecole cambiano, e possono portare a problemi come: diabete, pressione alta, nausea, gonfiore e in casi molto gravi anche al cancro.

Advertisement

La carne contiene anche grassi saturi che se ingeriti in quantità eccessive portano all’aumento del colesterolo, generando l’aumento di insulina nel sangue e portando anche a infezioni del tratto intestinale.

Un consumo medio di carne è accettabile ma è consigliabile dosarne il consumo. Il corpo comunque invia diversi avvertimenti che fanno capire che forse si sta mangiando troppa carne e che sarebbe meglio correre subito ai ripari.

Scopriamo insieme i 10 segnali che ti fanno capire che stai mangiando troppa carne:

1) Gonfiore

Mangiare troppa carne, soprattutto se rossa, può portare a problemi di digestione e quindi al gonfiore. Il consumo di bistecche o altri tagli rende difficile all’organismo digerire. Questo porta il corpo a trattenere molte tossine che a lungo termine possono causare tumori e altre malattie gravi. Soprattutto a cena sarebbe meglio consumare pesce, pollo o tacchino, che sono molto meno impegnative da digerire, rendendo il processo più semplice.

2) Pressione alta e rischio di infarto

Uno dei segnali che fanno capire che si sta consumando troppa carne è sicuramente la pressione sanguigna troppo alta. Le carni, soprattutto quelle stagionate, contengono un’alta quantità di sodio per la conservazione, che impedisce al nostro corpo di espellere i liquidi in eccesso. La conseguenza è l’ipertensione e dunque, un alto rischio di infarto e di malattia coronarica.

3) Attacchi di fame

Mangiare troppa carne può avere come conseguenza attacchi di fame. Se dopo aver consumato un pasto si ha la sensazione di non essere sazi, probabilmente si sta mangiando troppa carne. L’assunzione eccessiva di proteine e la mancanza di carboidrati impediscono al corpo di produrre la giusta dose di serotonina. Questa sostanza infatti, oltre a favorire il rilassamento, è la responsabile del senso di sazietà. Smettere di mangiare carne per qualche giorno potrebbe ripristinare il giusto equilibrio.

4) Stitichezza e indigestione

Mangiare troppe bistecche non è una buona idea, anche perché può causare stitichezza e indigestione. Questi sono due segnali che il corpo non è riuscito a digerire nel modo giusto la carne, e che bisogna consumarne meno. La carne è molto grassa, specialmente quella rossa, è dunque più difficile da digerire per l’organismo perché povera di fibre. Le fibre aiutano a regolarizzare l’intestino evitando spiacevoli problemi.

Hamburger di carne

5) Occhiaie scure

Quando si notano delle occhiaie scure non è detto che dipenda dalla stanchezza, ma dal consumo eccessivo di carne. Se compare questo segnale, probabilmente è dovuto a una cattiva digestione. Se non smaltite correttamente, le particelle di carne finiscono nel flusso sanguigno che le considera ospiti indesiderati. La reazione dell’organismo a questo processo potrebbe sfociare proprio nelle odiate occhiaie scure.

Occhiaie per eccessivo consumo di carne

6) Sistema immunitario debole

Mangiare troppo spesso carne potrebbe indebolire il sistema immunitario. Soprattutto nella carne rossa infatti, è presente uno zucchero naturale che consente agli animali carnivori di sostentarsi. Questa sostanza però è estranea al corpo umano, rendendo difficile digerirla e indebolendo le difese dell’organismo. Se dovesse comparire questo sintomo, è meglio ridurre il consumo di carne e integrare con cibi che contengano vitamina D, ideale per rafforzare il sistema immunitario, come la frutta e la verdura. Raccomandiamo comunque di rivolgersi sempre a un professionista e non fare scelte arbitrarie!

7) Sensazione di nausea

La sensazione di nausea è un altro sintomo che il proprio corpo sta ingerendo troppa carne. Probabilmente alcuni batteri all’interno dell’alimento non sono stati digeriti, ed è presente un sovraccarico che l’organismo sfoga attraverso questa fastidiosa sensazione. L’ideale è sostituire la carne con la verdura appena si presenta il problema, ovviamente se la nausea persiste è necessario consultare un medico per scoprirne le cause e agire di conseguenza.

8) Alito cattivo e pelle maleodorante

Un altro caso da non sottovalutare è rappresentato da alito cattivo e pelle maleodorante. Questi due sintomi possono indicare che si sta consumando troppa carne. La cattiva digestione porta alla produzione di odori sgradevoli che si fanno strada attraverso la pelle e l’alito. Quando ci si trova di fronte a questo problema, è meglio assumere cibi che aiutino e facilitino la digestione, e ovviamente smettere di consumare carne per un certo periodo.

Alito cattivo causato dall'assunzione eccessiva di carne

9) Tumore all’intestino

Più che un segnale si parla di una conseguenza molto grave, il tumore all’intestino. L’eccesso di colesterolo e di grassi saturi causato dal troppo consumo di carne può portare a problemi di digestione e accumulo di tossine nel tratto intestinale. Questo processo provoca appunto la comparsa del cancro, come malattia che si può presentare a lungo termine. Ebbene dunque, ridurre la carne sopratutto quella rossa e magari sostituirla con quella bianca una o due volte a settimana.

Tumore all'intestino causato dalla eccessiva assunzione di carne

10) Sonnolenza e debolezza

Un altro segnale evidente che si sta mangiando nel modo sbagliato è costituito da sonnolenza e debolezza. Un eccesso di proteine dovuto al troppo consumo di carne può andare a incidere sul regolare ciclo sonno-veglia. In questo modo, si tenderà a dormire meno e a sentirsi, dunque, più stanchi e deboli durante la giornata.

Sonnolenza causata da un eccessivo consumo di carne

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!