limone e scorza di limone

Ammettiamolo pure: la scorza di limone è uno di quegli ingredienti che mettiamo un po’ in tutti i piatti, dai dolci al pesce. Forse però non tutti sanno che a parte donare a ciò che cuciniamo una nota di freschezza, consumare la scorza di limone presenta tantissimi benefici per l’organismo, alcuni dei quali veramente inaspettati.

Scorza di limone: tutti i benefici

La scorza del limone è quella parte che o si usa in cucina come ingrediente oppure si getta via.

Eppure, è veramente preziosa e il motivo è che contiene più vitamina C del frutto in sé.

Oltre a questa vitamina fondamentale per assorbire il ferro contenuto nelle verdure a foglia verde, nei legumi e negli spinaci, contiene anche calcio e fibra. Un altro importante componente contenuto nella scorza di limone è il limonene, una molecola classificabile tra i terpeni. Il limonene ha proprietà antinfiammatorie per tutto l’organismo e, secondo quanto riportato sul sito della Fondazione Veronesi, svolgerebbe anche una funzione importante nel prevenire la crescita dei tumori, anche se si stanno ancora studiando le sue potenzialità in questo senso. In ogni caso, è confermata l’attività protettiva che svolge per l’organismo.

La scorza di limone in cucina

La scorza di limone ha proprietà importanti, come detto, ma a patto che venga usata nel modo giusto in cucina. Se per la preparazione dei dolci non ci sono molte alternative perché va inserita all’interno dell’impasto, per quanto riguarda il suo uso in piatti di pesce o, in generale, in tutti quei piatti in cui è necessario grattugiarla, è sempre meglio aggiungerla al piatto quando è già pronto in modo che con il calore della cottura la vitamina C e tutte le altre preziose sostanze che contiene non vadano perse.

La regola di cercare di preservare l’integrità della scorza di limone vale anche per il limone stesso: sempre meglio fare in modo che non vengano modificati dal calore per trarre a pieno beneficio dai loro preziosi componenti.