Non sprecare. Questo è la regola che molte famiglie utilizzano oggi non solo per risparmiare sul cibo, ma anche per dare un senso all’educazione dei bambini affinché crescano nella consapevolezza che lo spreco non è lo stile di vita corretto e che davvero, con pochissima accortezza, si può risparmiare e contenere le spese.

Purtroppo non è così per tutti, perché ancora si buttano troppi cibi nel cassonetto: sembra che ogni italiano butti nel cestino dei rifiuti 600 euro di alimenti all’anno. Davvero troppo, se si considera quanto si stia abbattendo la crisi sulle famiglie italiane.

Se da una parte, non buttare via gli avanzi è una pratica rispettosa, dall’altra bisogna prestare attenzione a quanto si riscaldano i piatti già cucinati.

Dalla lista dell’agenzia pubblica alimentare del Regno Unito, la Food Standards Agency, ecco una piccola guida pratica per mangiare correttamente gli avanzi in cucina e soprattutto per sapere QUALI CIBI SI POSSONO RISCALDARE (in particolare al microonde) E QUALI NO!

Scopri tutto nelle prossime pagine!