kiwi-proprieta

Il kiwi, oltre ad essere un frutto molto buono, contiene innumerevoli proprietà benefiche e questo ne ha determinato un largo consumo. Infatti, il kiwi, che arrivò in Italia solo nel 1970, attualmente è prodotto in moltissime regioni del nostro paese. Si crede che la nascita di questo frutto sia da far risalire a 700 anni fa alla Cina meridionale, di cui si racconta che gli imperatori cinesi ne amassero il sapore e lo utilizzassero anche per scopi decorativi.

Inoltre, la pianta del kiwi, essendo molto resistente, non è mai attaccata dai parassiti ed è per questo che non sono utilizzati fitofarmaci o pesticidi per essere coltivati. Naturale e buono ma scopriamo insieme quali sono tutte le altre proprietà e i benefici di questo frutto, senza dimenticare di consigliarvi qualche deliziosa ricetta con i kiwi.

Le proprietà del kiwi

Solitamente si pensa che siano gli agrumi i principali detentori di vitamina C, in realtà, il kiwi ne contiene di più di un limone, dell’arancia e di tanta altra frutta. Inoltre, questo frutto è ricco di vitamina E, di potassio e non solo: al suo interno ci sono importanti alleati del nostro organismo come i minerali quali il ferro e il rame. Per queste sue preziose proprietà, il kiwi è particolarmente consigliato in caso di anemia, infezioni e nei periodi di forte stress. Ma è anche ricco di acido folico, zinco, calcio, e fibre che aiutano a regolarizzare l’intestino. Oltre ad essere un frutto poco calorico e molto dissetante possiede particolari proprietà diuretiche e, ancora, regola la pressione arteriosa e l’attività cardiaca.

I motivi per mangiare il kiwi

Consumare regolarmente kiwi aiuta il nostro organismo a restare in forma. Infatti, il potassio contenuto in ogni kiwi rivitalizza le cellule, e mantiene in equilibrio gli elettroliti, normalizzando i valori della pressione sanguigna. Inoltre, integrarlo regolarmente nella propria dieta rinforza il sistema immunitaro, allontanando i malanni di stagione come il raffreddore e l’influenza. Essendo anche ricco di fibre, il kiwi migliora la digestione, e può essere consumato nel caso si debba alleviare infiammazioni intestinali o si soffra di intestino irritabile.

Inoltre, bilanciando l’acidità nell’alimentazione aiuta a mantenere l’equilibrio alcalino. Anche la salute delle ossa gioverà dei minerali che contiene il kiwi, contribuendo allo sviluppo e al mantenimento della struttura ossea. Ma i motivi per mangiarne in abbondanza non finiscono qui. Infatti, fanno bene alla vista perché contengono la vitamina C e il carotene che sono efficaci contro i radicali liberi e lo stress ossidativo e rendono la pelle più compatta e luminosa grazie ai nutrienti che regolarizzano la circolazione sanguigna.

Come e quando mangiare il kiwi

Il kiwi, dal sapore non troppo acidulo, è preferibile consumarlo al mattino. Questo perché, mangiarlo quotidianamente, aumenta le difese immunitarie che, in particolari periodi dell’anno, come nei cambi di stagione, sono spesso un fattore di stress. Per quanto riguarda le ricette, sono tanti i modi per apprezzarlo. Oltre ad essere consumato da solo e al naturale, potrà essere tagliato a pezzetti e accompagnato con dello yogurt insieme ai cereali. Inoltre, potrà essere abbinato al prosciutto crudo come sostituto del classico melone e servito come antipasto freddo.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici su Facebook!

Leggi anche:

Alloro: un prezioso alleato per l’organismo

Pomelo: non solo buono…

I cachi: le proprietà di questo frutto delizioso