Smalto semipermanente: i 3 passaggi per rimuoverlo efficacemente

La rimozione dello smalto semipermanente è un'operazione molto delicata ma, con un po' di attenzione, può essere fatta anche in casa.

394
Consiglia
Per avere mani sempre curate e unghie perfette in qualunque momento, anche quando si svolgono pesanti lavori manuali, lo smalto semipermanente è la soluzione ideale, nonché la più comoda.Tra i fattori positivi che ci spingono a scegliere questa tipologia di smalto abbiamo sicuramente la resistenza, la durata e la luminosità, i quali costituiscono senza dubbio i punti forti di questo tipo di smalto.Dopo alcune settimane però, con la ricrescita o la rottura delle unghie, va rimosso. Ma come farlo da sole in casa?
Dopo aver fatto un tentativo con l’acetone (perfettamente inutile) molte fra noi sono ricorse, disperate, all’aiuto dell’estetista. La verità è questa operazione si può fare in casa, armandosi solo di un po’ di pazienza e di pratica. Ecco quindi 3 passaggi facilissimi che dovremo seguire per togliere lo smalto senza costi e senza danneggiare le unghie!L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

1 di 4L'articolo continua