Seno: come aumentarlo grazie al cibo

Un seno perfetto è il sogno di ogni donna, ma non sempre è necessario ricorrere alla chirugia estetica per ottenerlo, a volte è sufficiente il cibo

Il desiderio di quasi ogni donna è quello di avere un seno tonico e dalla forma perfetta per poter indossare scollature provocanti senza sentirsi in imbarazzo. Non tutte però sono disposte a ricorrere alla chirurgia estetica per migliorare l’aspetto del proprio seno per paura di attuare misure troppo estreme ed invasive. Per evitare, quindi, di ricorrere a misure drastiche, spesso viene proposta un’alimentazione specifica per aumentare il seno. Il principio alla base è quello di prediligere alimenti che contengono fitoestrogeni, cioè sostanze naturali che si trovano nelle piante e che possono imitare la funzione degli estrogeni nel corpo.

Gli alimenti da mangiare

I fitoestrogeni sono presenti in molti cibi piuttosto comuni e facili da reperire, tra questi troviamo la soia e tutti i suoi derivati, specialmente il tofu che contiene molti isoflavonoidi. Fra il grande numero di alimenti che possono aiutare a migliorare l’aspetto del seno ci sono anche il latte e i derivati come yogurt, burro e il resto dei latticini. Un aiuto concreto potrebbe arrivare anche da cibi come semi, legumi e cereali, che se consumati regolarmente durante la dieta aiutano ad aumentare il livello di estrogeni. Persino alimenti come il caffè e la birra possono aiutare ad accrescere il seno rendendolo più abbondante e generoso.


Consigli importanti

Nonostante la dieta indicata non sia difficile da seguire, è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico prima di intraprendere una dieta ricca di fitoestrogeni per conoscere gli effetti degli estrogeni sull’organismo. È, in ogni caso, importante sapere che avere un’insufficienza di estrogeni può determinare dei problemi tanto quanto un livello troppo elevato che può causare disturbi come cisti ovariche, disturbi mestruali e cancro al seno. Il medico di base quindi può prescrivere delle semplici analisi del sangue per conoscere il livello di estrogeni già presenti nel proprio organismo e adattare di conseguenza la dieta per non rischiare di causare problemi gravi al proprio corpo.

Aggiungi un commento