Quale tipo di zenzero scegliere?

Lo zenzero è una delle spezie più utilizzata ma in commercio viene venduto in varie forme. Come fare a scegliere quello più adatto alle nostre esigenze?

Lo zenzero, da qualche anno a questa parte, è considerato una delle spezie più salutari e quindi più utili in cucina e non. Il suo uso varia dalla preparazione di piatti dal sapore orientale, fino alla realizzazione di metodi curativi casalinghi. Le proprietà di questa rinomata spezia infatti sono molteplici e comprendono i più svariati campi. In cucina è usato soprattutto per donare un tocco di sapidità ai piatti: la spezia in questione infatti è soprattutto nota per il suo forte aroma che rimanda chiaramente a quello dei limoni e il suo caratteristico sapore piccante molto comune nei piatti orientali.

Le proprietà curative dello zenzero

Tra le persone che credono nella guarigione naturale lo zenzero è ritenuto una delle spezie con maggiori proprietà curative. Questa particolare spezia sarebbe infatti in grado di apportare moltissimi benefici alla nostra salute. Già nella medicina tradizionale cinese, effettivamente, lo zenzero era utilizzato per curare diversi problemi come i raffreddori, le nausee e i mal di stomaco. Oggi, vengono riconosciute alla spezia diverse proprietà curative tra cui quelle digestive, quelle antinfiammatorie e quelle antibiotiche. Vengono inoltre ricordate le proprietà gastroprotettive e quelle dimagranti, molto sfruttate nelle diete per perdere peso più facilmente.

Quale scegliere

In commercio, però, è possibile trovare lo zenzero in tre forme diverse: fresco, secco e candito. Quindi, quale bisogna scegliere? In realtà non esiste una qualità migliore di un’altra, tutto dipende dall’uso che ne dovete fare, in quanto ogni forma del prodotto ha qualità specifiche. Lo zenzero secco, per esempio, ha delle straordinarie proprietà antinfiammatorie, risulta quindi molto utile per preparare dei rimedi stagionali. Lo zenzero fresco, invece, è più indicato per la preparazione dei piatti veri e propri, ed è anche molto utilizzato per la cura di raffreddori e influenza. Infine, lo zenzero candito è quello più consigliato per “spezzare” la fame e fare spuntini salutari, oppure per mangiarlo dopo i pasti e favorire la digestione.

Aggiungi un commento